Francia Coronavirus

 

Secondo i dati resi noti dal Governo Macron, in sole 24 ore in Francia il numero dei contagi da Covid 19 è salito ancora, registrando ben 42.032 nuovi casi, per un totale di 1.041.075 persone in tutto il paese.

Prima dello stato francese, gli Stati Uniti con 8,4 milioni di casi, seguiti dall’India con 7,8 milioni, Brasile con 5,3 milioni, Russia con 1,5 milioni e Argentina e Spagna con poco più di un milione ciascuna.

La situazione in Francia è peggiorata subito dopo l’estate, quando il virus ha iniziato a diffondersi rapidamente. Il 9 settembre il paese aveva riportato ben 10 mila casi, raddoppiati a 20 mila il 9 ottobre e schizzati a 40 mila nel giro di poco più di due settimane. Venerdì 23 ottobre i decessi per Covid sono stati 298, portando il totale a 34.508. Il numero di persone in ospedale ricoverate per Covid, invece, è balzato da 976 a 15.008, il più grande aumento giornaliero registrato dall’inizio di aprile, quando 32.300 persone si trovavano ospedale per aver contratto il virus.

Il trend, quindi, non solo è in preoccupante crescita ma si è accelerato con i tempi, facendo luce su una situazione allarmante. Basta pensare che in piena pandemia, quando era stato dichiarato il lockdown nei mesi marzo-maggio, il 31 marzo il numero più alto di infezioni in un giorno era stato 7.578, anche se i medici sono convinti del fatto che anche allora – molto probabilmente – i numeri erano sicuramente più alti di quelli registrati. Questo perché allo scoppio della pandemia, in Francia, i test venivano effettuati principalmente negli ospedali e nelle case di riposo (mentre oggi sono più estesi e arrivano a più realtà, persone e territori).

Come sta succedendo in molte altre parti del mondo, Italia compresa, il Governo francese sta cercando di limitare i danni derivanti dalla diffusione del virus e di correre ai ripari. Il numero di persone nelle unità di terapia intensiva è incredibilmente aumentato passando da 122 pazienti a 2.44. Il sistema sanitario francese, quindi, è già sotto stress e rischia di crollare da un momento all’altro.

Per questo motivo Emmanuel Macron ha indetto che un coprifuoco a partire da venerdì 23 ottobre, che entrerà in vigore per due terzi della Francia e che potrebbe essere ulteriormente esteso se la situazione dovesse peggiorare. Il presidente, però, ha fatto sapere che non appena le nuove infezioni scenderanno a 3.000-5.000 casi al giorno, il coprifuoco potrebbe essere alleviato.

 

10 ottobre 2020

0
0
0
s2smodern

La rivista "Vita Ciociara"

02 2020 Pagina 1

Nr. 3 Marzo  2021 

 

ShinyStat

Il Meteo

Meteo Lazio

 

 

Tecnologia

A fine mese un asteroide sfiorerà la terra

foto di repertorio

0
0
0
s2smodern

L'oroscopo del giorno

L'oroscopo del giorno


 

0
0
0
s2smodern

A.S.D. Virtus Sora C5 Femm.

Continua il rafforzamento del club bianconero con Giulia Cristiano

Cristiano Giulia

0
0
0
s2smodern

 In ricordo del terremoto del 13 gennaio 1915