carabinieri33

 

Nella serata di ieri, personale del Comando Stazione Carabinieri di Frosinone Scalo, unitamente a quello del NORM – Sezione Operativa del Comando Compagnia di Frosinone, traeva in arresto, poiché colti nella flagranza dei reati di “tentata estorsione e lesioni personali” due soggetti, un 39enne di Roma ed un 27enne albanese, entrambi già gravati da vicende penali per reati contro la persona e il patrimonio. Nello specifico i due malviventi nella serata di ieri, presso un autonoleggio di auto di grossa cilindrata sito in questo capoluogo, aggredivano con calci e pugni il titolare perché si era rifiutato di consegnare loro un’autovettura in cambio di un presunto credito di Euro 60.000. Il personale operante, attivato da una chiamata pervenuta al numero unico di emergenza 112, si portava prontamente sul posto mentre i malfattori, dopo l’aggressione al titolare, tentavano di appropriarsi e dileguarsi a bordo di un’autovettura parcheggiata nel piazzale dell’autosalone, non riuscendo nel loro intento poiché immediatamente bloccati dai militari intervenuti e contestualmente tratti in arresto. L’aggredito, un uomo di 22 anni di Roma ma di fatto domiciliato in Frosinone, soccorso da personale del 118, veniva riscontrato affetto da “contusioni varie ed da una ferita lacero contusa al viso”. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, venivano trattenuti presso le camere di sicurezza del Comando Stazione Carabinieri di Frosinone, in attesa della celebrazione del rito direttissimo previsto per la mattinata odierna presso il Tribunale di Frosinone.

 

11 Novembre 2020

0
0
0
s2smodern