Intest 03

Via San Vincenzo Ferreri 9 -03039 - Sora  (FR) Italy

 

 

carabinieri 25

 

In Cassino, personale della  Sezione Radiomobile del locale Comando Compagnia Carabinieri, nel corso di predisposti servizi per il controllo del  territorio, finalizzati  al contrasto  dei reati predatori, in particolare ai danni di esercizi pubblici e delle private abitazione, deferivano in stato di libertà,  alle Autorità Giudiziarie competenti due donne di nazionalità rumene, una 32enne (già gravata da analoghe vicende penali) ed una 17enne , entrambe domiciliate in un campo nomadi campano,  poiché resesi responsabili del reato di “furto”. Nello specifico le suddette venivano notate dalla responsabile di un supermercato  sito nella “Città Martire” mentre, con un passeggino con all’interno una neonata,  prelevavano articoli di varia natura (non di prima necessità od alimentari) che poi riponevano in un tascone ricavato nello schienale del passeggino stesso. La suddetta responsabile allertava, tramite  il  112 la Centrale Operativa del Comando Compagnia di Cassino che immediatamente  inviava sul posto una pattuglia della Sezione Radiomobile i cui militari riuscivano a bloccare le due donne mentre uscivano dall’esercizio commerciale e, successivamente,  ad accertare   che le stesse  avevano posto in pagamento una piccola parte della merce rinvenuta in loro possesso. Le due donne venivano quindi deferite  per il reato commesso di “furto”( la donna alla Procura della Repubblica di Cassino mentre la  ragazza minorenne deferita al Tribunale per i minorenni) mentre la refurtiva del valore di circa Euro 300 circa, interamente recuperata, veniva restituita all’avente diritto.

 

10 ottobre 2020

0
0
0
s2smodern

Tecnologia

A fine mese un asteroide sfiorerà la terra

foto di repertorio

0
0
0
s2smodern

L'oroscopo del giorno

L'oroscopo del giorno


 

0
0
0
s2smodern

A.S.D. Virtus Sora C5 Femm.

Continua il rafforzamento del club bianconero con Giulia Cristiano

Cristiano Giulia

0
0
0
s2smodern

 In ricordo del terremoto del 13 gennaio 1915