Alessia Margherita

 

La capolista era attesa tra le mura amiche per chiudere il campionato con l’ultima partita casalinga di un torneo che non è stato secondo le aspettative di tutta la compagine bianconera.

Per affrontare la capolista Mister Di Poce aveva a diposizione tutta la rosa, tranne le assenze già note assenze che pesano sotto ogni aspetto, in particolar modo quello mentale che, dopo il grave infortunio occorso alla bomber Melania La Vecchia, ha pesato come un macigno su tutto l’ambiente.

Ormai non c’è più nulla da chiedere al campionato, la classifica parla da sola quindi occorreva dimostrare in campo che le bianconere avrebbero meritato qualche cosa in più.

PRIMO TEMPO.  L’incontro iniziava con le ospiti del Real Terracina subito in attacco alla conquista di quel punto che avrebbe decretato con una giornata in anticipo la vittoria del campionato.  Al primo affondo al 3° minuto le ospiti passavano in vantaggio con un violento tiro da quasi centro campo che s’insaccava all’incrocio dei pali con il portiere bianconero Elisa Cencia che non aveva visto partire la sfera. Qualche minuto per metabolizzare il gol subìto, che le bianconere con Margherita di Battista approfittando di una punizione dal limite pareggiava i conti con un violento tiro che s’insacca all’incrocio del palo sinistro della porta ospite.

Il pareggio raggiunto delle bianconere le galvanizza a tal punto che con più occasioni si portavano in attacco sfiorando il vantaggio con la stessa Margherita Di Battista e Francesca Cancelli, mandando la sfera fuori sia pure di pochissimo. Un buon momento per le bianconere che su capovolgimento di fronte, su una bella parata con ribattuta del portiere Elisa Cencia, subiscono la seconda rete.

Sotto di due gol ad uno, le guerriere volsche continuavano ad attaccare con tutto l’organico sfiorando in altre  occasioni quel pareggio meritato. I ripetuti attacchi delle bianconere venivano interrotti dal direttore di gara che sanciva la fine della prima frazione di gioco.

SECONDO TEMPO. Il secondo tempo iniziava da dove era finito il primo, con le bianconere del Sora in attacco esprimendo un buon calcio e dimostrando al folto pubblico presente che quella posizione in classifica era falsa e certamente non corrispondente alla realtà. In più occasioni il duo Margherita Di Battista e Francesca Cancelli mancano l’occasione del pareggio meritatissimo sino a quel momento.

Bastava però una palla persa a centro campo, con tutte le bianconere in attacco, che le ospiti insaccavano in rete per il doppio vantaggio, incolpevole l’estremo difensore Elisa Cencia che aveva difeso bene la porta con superbi interventi. Subito il gol le bianconere continuavano ad imbastire azioni in attacco alla ricerca di raddrizzare le sorti dell’incontro, ma nel giro di due minuti le ospiti trovano la strada aperta per portarsi nuovamente in rete con due azioni identiche fissando al 14° della seconda frazione di gioco il risultato sul 1 a 5, un risultato che getta a terra il morale dell’ambiente bianconero. Ci pensa però Francesca Cancelli che dopo aver rubato passa s’involava nell’area ospite e da posizione angolata insacca in rete riaprendo le speranze bianconere.

Era solo un’illusione. Poco dopo le colleghe del Terracina, ormai galvanizzate da una vittoria si portavano prepotentemente in area bianconera seminando scompiglio realizzando nel giro di qualche minuto altre reti   portando alla fine dell’incontro il risultato di 2 a 8, sancendo così con una giornata di anticipo la vittoria del campionato e la promozione alla categoria superiore.

Mister Di Poce a fine partita con l’amaro in bocca per aver creduto di poter raddrizzare questo incontro commentava: “Abbiamo giocato una buona partita. Potevamo, con un po' di fortuna, portare a casa un punto, che non avrebbe detto molto in tema di classifica, ma avrebbe fatto morale a queste ragazze che non hanno risparmiato impegno e sacrifici. A loro va il mio grazie personale e quello di tutta la società. Complimenti al Real Terracina per aver vinto il campionato ed un in bocca al lupo per il futuro.  Ora ci aspetta l’ultima giornata in trasferta e poi l’impegno in Coppa Provinciale. Per questo nuovo torneo contiamo di recuperare quelle pedine assenti per infortunio per continuare a divertirci e divertire.”

Ufficio Stampa Vis Sora 07 C5 Femminile

Locandina Abart FB 2

0
0
0
s2smodern

Tecnologia

45 anni fa prima chiamata da cellulare

 

0
0
0
s2smodern

L'oroscopo del giorno

L'oroscopo del giorno


 

0
0
0
s2smodern

Italian F.4 Championship powered by Abarth

Il 2° FDA - ACI Sport Camp in corso a Fiorano

F4 Fiorano

0
0
0
s2smodern

 In ricordo del terremoto del 13 gennaio 1915