Formia Sora1

 

Che la partita fosse stata difficile da conquistare lo si sapeva, ma che la sconfitta arrivasse in questo modo non si digerisce facilmente. Dopo sei vittorie di fila la Expert Lucarelli NB Sora 2000 si ferma contro il Formia. Una gara dettata da due episodi. Il primo a inizio gara con capitan Rossetti che da forfait durante la fase di riscaldamento a causa di un fastidioso dolore al ginocchio da valutare nei prossimi giorni. Il secondo, e più eclatante, l’espulsione del giocatore serbo Roljic dopo 4’ del secondo quarto, quando i volsci conducevano la gara con un +10 (19-29).

Primo quarto. La partita comincia con un livello di concentrazione altissimo. A pochi secondi dal fischio d’inizio Roljic e compagni subito esprimono un alto livello di intensità, in pochi minuti un parziale di 7-0 fa ben sperare ai biancocelesti ciociari. Buona circolazione e visione di gioco, con un Dulovic attento ai compagni e preciso nelle realizzazioni. Sora arriva ad un massimo vantaggio di quindici lunghezze (3-18), ottime percentuali di tiro che danno poco spazio agli avversari che commettono vari errori, soprattutto nel tiro. I padroni di casa di coach Di Rocco sembrano la brutta copia vista nella gara di andata svoltasi a Sora con poche idee e scarsa motivazione nel far prevalere il fattore campo e posizione in classifica. I volsci giocano un basket veloce con delle giocate da squadra di categorie superiore con Mannarelli e Roljic sugli scudi, chiudendo il primo quarto in vantaggio sul + 10 (17-27).

Formia Sora

Secondo quarto. Sora continua a difendere il vantaggio, nonostante qualche palla persa di troppo. Al 2’ gli ospiti biancocelesti si riportano sul + 10 dopo il canestro iniziale del formiano Violo, Mannarelli (Sora) in contropiede riporta le distanze sul + 10 (19-29). Al 4’ di gioco la gara si trasforma in un’ incubo per i volsci, quando all serbo biancoceleste Roljic viene fischiato un fallo antisportivo su Caridà e successivamente dopo una pesantissima provocazione reagisce con una spinta e viene espulso. Da quel momento in poi la partita cambierà aspetto. Coach Polidori sostituisce, in forma di protesta contro la coppia arbitrale, tre giocatori titolari, inserendo i tre under 18 a disposizione in panchina. Un break di ben 10 punti accorciano le distanze tra le due formazioni chiudendo il secondo quarto in parità 37-37.

Terzo quarto. Per due quarti di gara i giovanissimi atleti di Polidori hanno giocato come dei veterani: concentrati, attenti in difesa, precisi ai tiri liberi. L’equilibrio ha regnato sovrano fino all’ultima frazione, regalando ai numerosi spettatori tante emozioni. I volsci non si sono persi d’animo e hanno recuperato con i canestri di Gagliardi (cl.99, 7 punti), Alonzi (cl. 98, 2 punti) e Castellucci (cl. 99, 2 punti). Il terzo quarto si conclude con i padroni di casa in vantaggio di soli 9 punti 55-46.

Formia Sora2

Ultimo quarto. L’agitazione non manca, con qualche sforzo maggiore Sora riesce a recuperare lo svantaggio. All’inizio dell’ultimo quarto, Dulovic, Galuppi ,e il baby Gagliardi riportano la squadra sorana a soli 5 punti dai formiani. Ma i pontini con Rodriguez, Violo e Formia tengono lontani gli attacchi biancocelesti che si fanno sempre più incessanti. Il tempo per il ragazzi di Polidori e tiranno perché a 50’’ dalla fine il Sora si porta a soli due lunghezze dai pontini con un tiro dalla distanza di Dulovic 67-65. Le speranze biancocelesti si spengono dopo una bomba di Rodriguez che porta il Meta a 70 a 65. Resta solo una manciata di secondi per registrare i canestri su tiriliberi di Dulovi, e Mannarelli per il Sora e Odone per il Formia. Gli sforzi purtroppo non permettono alla squadra volsca di rimettersi in vantaggio. La partita si conclude 71-68, costringe i ragazzi di Polidori all'accoppiamenti contro la Tiber, del aprima fase dei play off. Coach Polidori a fine gara: “ Visto come e con quale determinazione abbiamo giocato questa ultima gara non posso non essere contento e molto ottimista per il prossimo futuro. Dispiace non aver potuto giocarla alla pari con Formia questa partita. Durante il riscaldamento Rossetti ha avvertito i soliti fastidiosi dolori al ginocchio e per questo motivo ho deciso di non impiegarlo, poi la frettolosa espulsione di Roljic che ha avuto il torto di reagire ad una pesantissima provocazione di alcuni giocatori della Meta Formia. Si parla tanto e spesso a sproposito di comportamenti corretti tra atleti e poi vedi e senti delle cose in campo che ti fanno capire che spesso sono le società che non sanno allontanare dai palazzetti giocatori che non meritano di calcare nessun parquet. Ora pensiamo però a quello che ci aspetta Play Off contro la corazzata Tiber Roma, faremo del tutto per essere pronti e protagonisti in questo difficilissimo turno, siamo cresciuti molto ed oggi si è visto chiaramente.” La dirigenza volsca con il dirigente responsabile Carrozzo commenta: “Sono dispiaciuto soprattutto per i ragazzi. Si sono applicati tanto nelle ultime settimane e vedere i loro sforzi annullati per decisioni assurde mi amareggia molto. Siamo arrivati alla gara nel miglior momento psicologico ma in quello peggiore dal punto di vista fisico (per infortuni subiti,  ma nonostante ciò i ragazzi hanno dato l’anima. Ahimè non è bastata”. Non è bastata la concentrazione e il “cuore” purtroppo. Una partita che lascia gli umori afflitti ma che fortificherà il lavoro per il prossimo match contro la corazzata Tiber”.

Meta Formia 71 - N.B. Sora 2000 68

Parziali: 17-27 / 20-10 / 18-9 / 16-22

0
0
0
s2smodern

Il Meteo

Meteo Lazio

La rivista del mese di "Vita Ciociara"

Ottobre 17 Pagina 1 

 OTTOBRE 2017

 

Live News

"Vita Ciociara" mese precedenti

 Testata Web 001

 

 Ciociaria Passeggiate Medievali