carabinieri arresto manette

La lotta per lo spaccio di droga a Sora per i Carabinieri non conosce sosta. Ieri sera ad essere arrestato è stato un giovane marocchino 25enne da tempo residente a Sora  e già noto alle Forze dell’Ordine per diversi precedenti per furto e spaccio. Da alcuni giorni erano pervenute da alcuni cittadini uno strano movimento all’interno del parco fluviale, luogo ideale per lo spaccio.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel pomeriggio di ieri, dopo diversi appostamenti hanno notato lo scambio tra il marocchino ed un ragazzo. All’avvicinarsi dei Carabinieri il pusher tentava una fuga a piedi lungo il viale del parco, ma veniva immediatamente raggiunto e bloccato.

carabinieri auto

Le successive perquisizioni permettevano di rinvenire indosso al cliente grammi 3 circa di “marijuana” ed allo spacciatore altri grammi 7 circa, suddivisa in tre dosi della stessa sostanza. Stante quanto accertato il giovane extracomunitario veniva dichiarato in stato di arresto per spaccio di sostanze stupefacenti. Dalle successive indagini e dalle perquisizioni effettuate pria presso l’abitazione e successivamente sull’effettivo domicilio dell’arrestato, veniva rinvenuta altra sostanza stupefacente debitamente sequestrata. Al termine delle formalità di rito il giovane marocchino veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Cassino, mentre il 18enne veniva segnalato alla Prefettura di Frosinone, quale assuntore di sostanze stupefacenti. Ulteriori indagini sono in corso per risalire ai nominativi dei clienti e dei fornitori dello spacciatore sorano.

0
0
0
s2smodern

Pubblicità

mafra.jpg

Il Meteo

Meteo Lazio

"Vita Ciociara" mese precedenti

 Testata Web 001

 

ShinyStat

Il tempo di domani

Calcio a 5 F. 2019-2020

Tecnologia

45 anni fa prima chiamata da cellulare

 

0
0
0
s2smodern

L'oroscopo del giorno

L'oroscopo del giorno


 

0
0
0
s2smodern

Italian F.4 Championship powered by Abarth

Il 2° FDA - ACI Sport Camp in corso a Fiorano

F4 Fiorano

0
0
0
s2smodern

 In ricordo del terremoto del 13 gennaio 1915