sebastian vettel e kimi raikkonen

 

Un uomo di ghiaccio per infiammare il tifo di Monza. È una Ferrari da impazzire quella che ha esaltato la "marea rossa" che da venerdì ha invaso l’Autodromo e che è stata ripagata da una sessione di prove ufficiali letteralmente mozzafiato. Al termine di un’esaltante serie di botte e risposte, Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel hanno occupato la prima fila del Gp d’Italia 2018, relegando al terzo posto un pur combattivo Lewis Hamilton. Proprio in quest’ordine, perché a partire davanti a tutti sarà proprio il finlandese, capace di tornare a conquistare una pole position dopo oltre un anno dall’ultima volta: non accadeva dal Gp di Monaco del 2017, quando a trionfare fu proprio Vettel. Un segno del destino, per la Ferrari? Può essere, ma non ditelo a Kimi, che potrebbe essere chiamato a fare il gioco di squadra nell’ottica della rincorsa al Mondiale, ma che sogna anche di vincere per la prima volta in carriera a Monza e di tornare a salire sul gradino più alto del podio dopo un digiuno che dura ormai dalla prima gara del Mondiale 2013, in Australia con la Lotus.

Quel che è certo è che il finlandese ha dimostrato di potersela giocare alla pari con i duellanti per il Mondiale: questo il verdetto emerso dai sessanta minuti di qualifiche, scanditi da sorpassi e controsorpassi fin dal Q1, che i due ferraristi hanno chiuso davanti a Hamilton. Raikkonen ha ceduto il passo all’inglese al termine del Q2, prima che la lotta tornasse ad infuriare negli ultimi quindici minuti, aperti dal record della pista fissato da Raikkonen, prima della risposta di Hamilton. Gli ultimi giri sono letteralmente da romanzo: i tre piloti si migliorano secondo dopo secondo, la pole provvisoria passa da Vettel a Hamilton, ma quando i tifosi della Ferrari sembrano arrendersi a un sabato amaro, ecco la zampata di Raikkonen che ferma il tempo a 1:19:119 contro l’1:19:294 di Hamilton. Completano la top ten, oltre a Bottas, piloti di cinque team diversi: Verstappen (Red Bull), Grosjean (Haas), Sainz (Renault), Ocon (Force India), Gasly (Toro Rosso) e Stroll (Williams). Da segnalare il testa a testa tra Alonso e Magnussen durante il Q2: entrambi eliminati, ma i rispettivi team principal sono quasi venuti alle mani in pit lane

SPORTAL.IT | 01-09-2018 16:30

Danilo servis 02

Marinelli

GlassDrive web

0
0
0
s2smodern

Pubblicità

Lucarelli-expert-web.jpg

Il Meteo

Meteo Lazio

"Vita Ciociara" mese precedenti

 Testata Web 001

 

ShinyStat

Il tempo di domani

Calcio a 5 F. 2019-2020

Tecnologia

45 anni fa prima chiamata da cellulare

 

0
0
0
s2smodern

L'oroscopo del giorno

L'oroscopo del giorno


 

0
0
0
s2smodern

Italian F.4 Championship powered by Abarth

Il 2° FDA - ACI Sport Camp in corso a Fiorano

F4 Fiorano

0
0
0
s2smodern

 In ricordo del terremoto del 13 gennaio 1915