niki lauda

Niki Lauda, tre volte campione del mondo di Formula 1, ed ex ferrarista, attuale Presidente onorario della Mercedes ha subito un delicato intervento chirurgico a Vienna, dove è stato sottoposto ad un trapianto di polmone per una seria malattia. È quanto ha reso noto stasera la Akh, la clinica universitaria di Vienna. L’ex Ferrarista campione di F1 nel 1975 e 1977 con al Ferari e nel 1984 con la McLaren, 69enne, fondatore della compagnia aerea Niki, ha già alle spalle un trapianto di reni. “Il trapianto è stato eseguito con successo da Walter Klepetko, responsabile della Divisione di Chirurgia Toracica, e Konrad Hötzenecker” riferisce l’ospedale.

L’operazione è stata eseguita a causa di una grave malattia polmonare. Secondo la tv austriaca ORF, Niki Lauda, è in condizioni molto gravi.

Da alcune settimane Lauda era ricoverato in ospedale, dopo aver interrotto le vacanze di famiglia ad Ibiza. Lauda, infatti, non ha assistito per la Mercedes alle gare di formula 1 a Hockenheim, il 22 luglio, e in Ungheria, il 29 luglio. Secondo il quotidiano viennese Oesterreich, il patron della compagnia aerea Laudamotion, durante il soggiorno ad Ibiza, avrebbe sottovalutato i sintomi di un’influenza. Quando le sue condizione sono peggiorate, il tre volte campione del mondo è rientrato in patria con il suo jet privato. Dopo alcuni giorni in rianimazione, le condizioni di Lauda erano migliorate al punto di giustificare il sul trasferimento in un altro reparto. Oggi le condizioni sono però peggiorate di nuovo ed è stato sottoposto al delicato intervento di trapianto.

Baris WEB

Azzurra Rev

Danilo servis 02

0
0
0
s2smodern

Pubblicità

Panineria-Loreto.jpg

Il Meteo

Meteo Lazio

Campagna tesseramento 2020

ShinyStat

Il tempo di domani

Tecnologia

45 anni fa prima chiamata da cellulare

 

0
0
0
s2smodern

L'oroscopo del giorno

L'oroscopo del giorno


 

0
0
0
s2smodern

A.S.D. Virtus Sora C5 Femm.

Virtus Sora C5 Femminile “Un futuro molto incerto”

88156097 3479252952145681 1353733954661777408 n

0
0
0
s2smodern

 In ricordo del terremoto del 13 gennaio 1915