TRAFFICO

 

Per milioni di utenti, con la fine di luglio inizia il conto alla rovescia verso la partenza per le vacanze estive. E, come ogni anno, la maggior parte di automobilisti e motociclisti devono armarsi di un pizzico di pazienza e “studiare” le proprie modalità di viaggio alla volta delle rispettive mete estive, fra giornate di “bollino rosso”, “bollino nero” (secondo il piano Viabilità Italia compilato dall’organismo del Ministero dell’Interno) e, in linea generale, un complessivo aumento dei flussi di traffico, che ovviamente si prevedono ulteriormente intensi durante i fine settimana.

A questo proposito, Autostrade per l’Italia segnalava già alla viglia di questo fine settimana una prima attenzione ai flussi di traffico in direzione sud e verso le principali località turistiche, balneari e montane, dove si sono verificate le prime giornate di “bollino rosso”. Una stima di aumento del traffico di rientro dal weekend per il tardo pomeriggio e la serata di domenica costituirà un ultimo “colpo di coda” del primo assaggio di “maxi esodo”.

Le giornate successive, ovvero da lunedì 30 luglio al pomeriggio di giovedì 2 agosto, si prevedono decisamente più tranquille riguardo all’intensità di traffico “vacanziero”, stanti le stime di maggiore affluenza lungo le autostrade e le strade extraurbane principali per il fine settimana successivo, quello da “bollino nero”. Un primo aumento di veicoli potrebbe verificarsi, seppure in modalità relativamente limitate, nella serata di giovedì; per venerdì 3 agosto mattina, “bollino giallo”, che muterà colore con l’evolversi delle ore successive fino a tramutarsi, già nel pomeriggio e nella sera di venerdì, in “bollino rosso”.

Il primo “bollino nero” è previsto già dalle ore del mattino di sabato 4 agosto; leggermente meno intenso è il traffico che gli esperti di Autostrade per l’Italia e Polizia di Stato prevedono per il pomeriggio e la sera di sabato della prossima settimana. Tuttavia, sarà bene non abbassare la guardia: il rischio di code resterà attivo anche nelle ore del mattino di domenica 5 agosto. Una situazione-fotocopia è stimata per la settimana che va da lunedì 6 a domenica 12 agosto.

Classica “situazione di stasi” nei giorni successivi (tranne qualche isolato episodio di code che potrebbero verificarsi a Ferragosto) e, dal terzo weekend del mese, ecco l’inversione di tendenza data dai primi rientri dopo le vacanze: senza giornate da “bollino nero” ma soltanto da “bollino rosso” per sabato 18 e domenica 19 agosto, allo stesso modo del fine settimana successivo (sabato 25 e domenica 26 agosto), nel quale potrebbero verificarsi situazioni di traffico intenso già nella serata di venerdì 24. Giornate da “bollino rosso” anche per sabato 1 e domenica 2 settembre, così come per domenica 9 settembre nelle ore del pomeriggio ed in quelle serali.

Come sempre avviene, le giornate di maggiore traffico sulle autostrade nazionali si accompagneranno ad altrettanti provvedimenti di blocco degli automezzi pesanti. I divieti, già “partiti” lo scorso weekend, sono stati individuati – per i prossimi fine settimana – dalle 8 alle 22 di sabato 28 luglio, dalle 7 alle 22 di domenica  29 luglio; venerdì 3 agosto, dalle 14 alle 22; sabato 4, dalle 8 alle 22; domenica 5, dalle 7 alle 22; sabato 11, dalle 8 alle 22; domenica 12, dalle 7 alle 22; mercoledì 15 (Ferragosto), dalle 8 alle 22; sabato 18, dalle 8 alle 16; domenica 19, dalle 7 alle 22; sabato 25, dalle 8 alle 16; domenica 26, dalle 7 alle 22; domencia 2 settembre, dalle 7 alle 22; domenica 9 settembre, dalle 7 alle 22.

Tutto quanto fin qui indicato va inteso “in linea generale”. A disposizione di tutti i viaggiatori ci sono le previsioni, più articolate, che è possibile reperire online, attraverso il portale della Polizia di Stato: in esso, automobilisti e motociclisti possono essere informati in merito a stime sui flussi di traffico maggiormente particolareggiate e suddivise per tratte autostradali, individuare i percorsi alternativi per macroaree geografiche, conoscere in anticipo l’ubicazione dei cantieri “fissi” (per quanto possibile, gli enti gestori delle strade provvedono a fare rimuovere i cantieri in occasione dei periodi di più intenso flusso di traffico; tuttavia, ciò non è sempre possibile: ecco dunque rivelarsi utile una “tracciatura” delle aree di lavori stradali inamovibili, sulle autostrade e sulle altre strade).

Prima della partenza verso le località di vacanza od in previsione del rientro, è sempre bene informarsi preventivamente di persona: presso il CCISS (Centro Coordinamento Informazioni e Sicurezza Stradale  sul quale operano congiuntamente Polizia Stradale, Anas, ACI, Aiscat, Autostrade per l’Italia, RAI e Carabinieri) mediante il numero 1518, telefonando al Call center Viabilità di Autostrade per l’Italia (840 04 21 21, uno scatto unico alla risposta per l’utente), presso i Punti Blu di assistenza per la vendita dei Telepass e delle ViaCard. Particolarmente utili sono, poi, le emissioni radiofoniche: da Radio RAI (bollettini “Onda Verde” trasmessi a cadenza quotidiana, dalle 5,27, sulle tre reti radio RAI in 45 notiziari, e da Isoradio in 19 notiziari; quest’ultima fornisce in diretta infoviabilità di Gruppo Autostrade per l’Italia, Società Autostrade Valdostane, Società delle Autostrade di Venezia e Padova e  Autostrada dei Fiori) ad RTL 102.5 ViaRadio in isofrequenza FM 102.5 o frequenze vicine in tutta Italia; Inforadio per la A22 Modena-Brennero nei notiziari in onda ogni 30 minuti su emittenti locali; attraverso le pagine 641, 642, e da 647 e 649 dei canali RAI Televideo; dai televideo regionali e, riguardo all’emittenza radiotelevisiva nazionale privata principale, dai notiziari di Canale 5 all’interno di “Prima Pagina” dalle 6 alle 8 e, su La7, con i bollettini a cura del Centro Multimediale del gruppo Autostrade per l’Italia. Per informarsi al telefono, si segnala il numero 892489 di Viaggiando (attivo 24 ore su 24) relativo alla viabilità autostradale del nord-est ed alle condizioni stradali e meteo territoriali ad essa connesse. Alla portata di tutti gli utenti, sono anche gli strumenti multimediali: dal sito Web di Aiscat a quelli dei gestori delle autostrade, Polizia di Stato e Polizia Stradale, alle App; utile, infine, tenere sempre d’occhio i pannelli a messaggio variabile.

 

FONTE

 

GlassDrive web

0
0
0
s2smodern

Pubblicità

Palleschi-01-web.jpg

Il Meteo

Meteo Lazio

Campagna tesseramento 2020

ShinyStat

Il tempo di domani

Tecnologia

45 anni fa prima chiamata da cellulare

 

0
0
0
s2smodern

L'oroscopo del giorno

L'oroscopo del giorno


 

0
0
0
s2smodern

A.S.D. Virtus Sora C5 Femm.

Virtus Sora C5 Femminile “Un futuro molto incerto”

88156097 3479252952145681 1353733954661777408 n

0
0
0
s2smodern

 In ricordo del terremoto del 13 gennaio 1915